Camera, il governo ce la fa per tre voti: 314 a 311, due astenuti

ROMA – Sono stati solo tre i voti con i quali è stato possibile alla maggioranza bocciare le mozioni di sfiducia nei confronti del governo. E determinanti possono essere considerati i voti di Massimo Calearo, Bruno Cesario e Domenico Scilipoti, i tre deputati del “Movimento di responsabilità nazionale”. Un suo peso, tuttavia, lo hanno avuto anche il non voto di … Continua a leggere